venerdì 14 settembre 2012

Spaghetti di riso integrale con ricotta e noci e vi svelo un segreto…


Una pasta velocissima da fare, condimento semplicissimo anche per chi in cucina proprio non ci sa fare, leggera, ma allo stesso tempo saporita e cremosa...E il segreto?! lo trovate in fondo alla pagina...

Spaghetti di riso integrale con ricotta e noci 

Per 4 persone:
320 gr di spaghetti di riso integrale
200 gr di ricotta vaccina
100 gr di Selva grattugiato(o Parmigiano)
8 noci
1 spicchio d’aglio
1 noce di burro


Mettete a bollire abbondante acqua in una pentola capiente e salatela appena bolle.
Sbucciate le noci e tagliatele al coltello molto grossolanamente.
In una padella mettete il burro, lo spicchio d’aglio tagliato in due e metà dei gherigli di noce. 
Fate sciogliere il burro a fuoco basso e lasciate che l’aglio lo insaporisca.
Schiacciate la ricotta con una forchetta e se risulta un po’ asciutta aggiungete un po’ d’acqua di cottura della pasta, quindi aggiungetela al burro e alle noci.
Scolate la pasta molto al dente (a 3/4 di cottura, non di più) tenendo da parte l’acqua di cottura.
Trasferite la pasta nella padella con la ricotta e aggiungete mezzo mestolo d’acqua come se steste facendo un risotto e iniziate a rigirare la pasta. Vedrete che pian piano rilascerà il suo amido e diventerà incredibilmente cremosa.
Aggiungete il Selva grattugiato e ancora mezzo mestolo d’acqua di cottura continuando a mescolare. Portate a cottura e all’ultimo aggiungete le restati noci e una grattugiata di Selva (o parmigiano).
Servite immediatamente.


Il segreto della cottura della pasta senza glutine è proprio questo: "risottarla" ossia trattarla come fosse un risotto, in questo modo rimane cremosa e il condimento si amalgama bene alla pasta che altrimenti rischia di rimanere "slegata" dal sugo, qualunque esso sia.

Risottare la pasta ovvero farle terminare la cottura (almeno 1/3 del tempo) nella padella in cui avete preparato il condimento, aggiungendo a poco a poco un po’ di liquido di cottura della pasta stessa, rigirandola per bene o, ancora meglio, facendola saltare.
Questo procedimento è fondamentale per qualsiasi tipo di pasta, con o senza glutine e le conferisce cremosità senza aggiunta di panna, latte e affini con un risultato di gran lunga migliore. E’ fondamentale se si fanno paste con condimenti “in bianco”, ma anche con il sugo ha il suo perché, nonostante quest’ultimo “si aggrappi” già da solo alla pasta senza bisogno di grandi mantecature.

16 commenti:

  1. Ciao Ema,
    anche questa ricetta è fantastica, golosa, semplice e originale! Anche io adoro risottare la pasta....credo che questo procedimento aiuti a trattenere gli amidi e renda il gusto della pasta e del condimento ancora più gradevole! Complimenti e grazie per i suggerimenti!
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola!!! Grazie ancora per il premio...mi hai davvero fatta emozionare! Questo post era già pronto per essere pubblicato e i ringraziamenti per il dolcissimo premio che mi hai dato meritano qualcosa di decisamente più speciale che una semplice pasta :)! Ho già qualche idea che spero di riuscire a realizzare nel week end così lunedì potrò gongolarmi pubblicamente e ringraziarti doverosamente :)!
      ti abbraccio forte! Buon week end stellina!

      Elimina
  2. Hai proprio ragione spadellare la pasta nel condimento da' un gusto in piu' , complimenti e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola!!! Buon week end anche a te! un bacione grande

      Elimina
  3. La pasta è stupenda a me piace molto pur non essendo intollerante, seguirò i tuoi consigli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mariangela!!! Si :)! Vedrai come cambierà il suo sapore...anche una semplice pasta con il parmigiano viene una delizia, anche senza aggiungere olio o burro, direttamente saltata in padella!
      Un bacione

      Elimina
  4. Che buona questa pasta, poi a me piace moltissimo la pasta integrale!
    Brava Ema!
    Un bacione e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace un sacco la pasta integrale, trovo che abbia un sapore buonissimo!
      Buon week end anche a te Cri!
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Ma grazie! che onore essere nella tua blogroll..insieme ad autorevoli blog:-) anceh a me piace" risottare"..a volte lo faccio solo perchè mi piace la parola!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E di che :)! Se hai un bellissimo blog è solo merito tuo :)!
      Un abbraccio!!!

      Elimina
  6. Ciao Ema! :) Che buona questa pasta, adoro quando è risottata :D Sei stata bravissima, e grazie per tutte le bellissime e sincere cose che mi hai scritto, sei proprio dolce e speciale :) Complimenti, segno subito questa ricettina deliziosa e ti auguro uno splendido week end! Bacioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale! Scusami se rispondo al commento solo ora, ma il sole settembrino ha battuto la voglia di stare davanti al pc :)! E' davvero un piacere averti conosciuta :)!
      Un bacino enorme

      Elimina
  7. Ciao Ema, buonissima questa pasta, è vero mantecarla in questo modo la rende sicuramente più saporita ed invitante.
    Complimenti per la ricetta, sicuramente da provare......
    Buon week end
    Bacioni grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivana!!! Ciao!!! questa pasta è di una semplicità folle, la classica pasta "salva cena" :)!
      E puoi aggiungerci quello che vuoi, dalla pancetta, allo speck o qualsiasi tipo di verdura come zucchini, carciofi o melanzane, o perché no, cipolle :)!
      Un bacino grandissimissimo a te ed Elisa!

      Elimina
  8. Grazie per il super segreto..svelato!
    Il risultato è eccellente! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E figurati :)...bisogna pur svelare qualche segrete alle compagne di avventura :)!
      Un abbraccio

      Elimina