mercoledì 19 settembre 2012

Semifreddo ai mirtilli e riduzione di uva di moscato

Per 4 persone:
per il semifreddo al mirtillo:
2 bianchi d'uovo
8 cucchiai di zucchero semolato extrafine
100 gr di panna fresca
200 gr di mirtilli
8 meringhe GlutaBye
Per la riduzione di uva di moscato:
1 grappolo di uva di moscato nera
2 cucchiai di zucchero semolato


Per il semifreddo di mirtilli:
Montate i bianchi con le fruste con un pizzico di sale e quando saranno sodi aggiungete pian piano lo zucchero sempre continuando a montare, esattamente come fate quando preparare una meringa. 
Lavate i mirtilli (125 gr) in acqua fresca, asciugateli e frullateli, quindi aggiungeteli alla vostra "meringa". Amalgamateli al composto aiutandovi con le fruste.
Semimontate la panna fresca e incorporatela delicatamente alla meringa con un movimento dal basso verso l'alto. 
Sbriciolate le meringhe.
Se usate gli anelli di acciaio, rivestite un piatto con della carta da forno su cui poserete gli anelli di acciaio, altrimenti potete usare i classici stampini di alluminio usa e getta che vanno altrettanto bene: disponete un po' di granella di meringhe sul fondo, versate la crema di mirtilli e verso la fine, prima di completare, fate uno strato di mirtilli sul perimetro (quelli che avrete tenuto da parte), completate con la crema ed infine con le meringhe sbriciolate.
Riponete in freezer per almeno 5 ore e metteteli nel frigo almeno mezz'ora prima di servirli di modo che si ammorbidiscano.

Per la riduzione di uva di moscato:
Lavate l'uva, tagliatela a metà, privatela dei semini interni e frullatela, quindi passatela al setaccio. Mettete il succo che avrete ottenuto in un pentolino con lo zucchero e fatelo ridurre a fuoco basso per almeno un quarto d'ora. Spegnete il fuoco e tenetelo da parte.
Tagliate a metà 6 acini d'uva e privateli dei semini interni e teneteli da parte.

Al momento di servirli, sformate i semifreddi sul piatto, aggiungete un po' di riduzione di uva di moscato e completate con qualche metà acino d'uva.



Cremoso e impalpabile  è questa la sensazione che si ha quando si assaggia...Non lo avevo mai fatto prima, avevo una vaga idea di come si facesse, ma ho deciso di "inventare" le dosi in corso l'opera (credo che assaggiare sia sempre il modo migliore per capire se si deve aggiungere qualche ingrediente o se ciò che si fa va bene così com'è) e il risultato è stato ottimo!

I mirtilli  interi all'interno del semifreddo sono carini per la decorazione del dolce, ma bisogna fare attenzione perché se il dolce è ancora un po' freddo, loro sono davvero delle palline di ghiaccio e la sensazione mettendoli in bocca non è proprio il massimo, quindi, se devo essere sincera, se lo rifacessi non li metterei! Magari se non si vuole fare la riduzione di uva, qualche mirtillo fresco che accompagni il semifreddo direi che sarebbe perfetto!

La riduzione di uva di moscato ...non sottovalutatela, perché rende questo dolce davvero speciale!

La panna il segreto per montarla senza difficoltà è quello di utilizzarla fredda fredda, appena tirata fuori dal frigo, e adoperare un recipiente di acciaio o di vetro che avrete messo qualche minuto nel frigo di modo che sia freddo anch'esso.

Le meringhe GlutaBye sono buonissime perché non sono stucchevoli, sono croccanti e non si sbriciolano facilmente così che se volete offrirle come dolcino con un thé o a fine cena non avrete il problema di trovarvi un sacchetto pieno di briciole e qualche sparuta meringhetta tutta intera!

E con questa ricetta partecipo al contest di Cinzia e Valentina "Colors and food what else?" in cui i protagonista questo mese è niente popò di meno che...il Viola!!!


E con questo post in viola vorrei ringraziare di cuore Paola di Radici di Zenzero che mi ha emozionata assegnandomi il premio "Cutie Pie" scegliendo il mio blog tra i suoi 10 blog preferiti...E' così bello quando ci si rende conto che tutta la passione che si mette nel blog riesca a trasparire e venga apprezzata e questo splendido premio, donatomi da una persona dolcissima, ne è la prova e io...ne sono così felice!!!
Grazie Paola...grazie di cuore!


23 commenti:

  1. Ema, questa ricetta è davvero un piccolo capolavoro... una sorta di bavarese :) anch'io ho già fatto alcune cose con l'uva frullata e ridotta, una sorta di mosto (così ho trovato in rete) ed è buonissimo.
    Oltre che meravigliosamente viola!
    Grazie, benvenuta e ti aspettiamo anche per i prossimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cinzia!!! Si, in realtà neppure io sapevo che nome dare a questa ricetta, se mousse, bavarese, semifreddo o non lo so :), ma fortunatamente la foto fa capire cos'è così non ci si sbaglia!!! ah ah ah!
      E' un vero divertimento partecipare al vostro contest!
      Un abbraccio!!!

      Elimina
  2. complimenti per la creazione, sia il prototipo che l'originale!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! E piacere di conoscerti :)...passo subito a trovarti!!!
      Un bacione

      Elimina
  3. Già sento che mi si scioglie in bocca ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D)! Tantissimi bacini Ema!!! E buona giornata!!!

      Elimina
  4. Eh...vogliamo parlarne?!?
    Idea davvero originale e immagino gustosissima.
    Complimenti! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babe! Piacere di conoscerti :)! Grazie mille!!!
      Un bacione

      Elimina
  5. Tesoro, che semifreddo da chef stellato!!!! È davvero una meraviglia x gli occhi e per il palato!!! E quel bel colore viola gli dona un tocco in più!!! Brava!!!! Anzi bravissima!!!!!
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma tu sei troppo buona :)! Però devo dire che era davvero buono :)!!!
      Un bacino grande grande

      Elimina
  6. Ma perché non abitiamo più vicino?
    Assolutamente da chef, come di dice Morena, pluristellato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che mi chiedo anche io...uffi!
      Grazie tesorina! Grazie davvero!
      Un bacino mega

      Elimina
  7. Io impazzisco letteralmente davanti allo schemino della struttura del semifreddo, è troppo bello!! Splendido nel suo insieme di sapori e nella presentazione, bravissima!!
    ciao, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale!!! Eh si, devo ammettere che era buono buono e poi è di una semplicità incredibile :) il che non è poco :)!
      Un bacione

      Elimina
  8. Ema sei una ragazza straordinaria e il tuo blog rispecchia la tua passione, la tua cultura ed il tuo illuminante talento...che ti ringrazio di condividere!
    Con questo dessert hai stimolato i miei cinque sensi...è a dir poco fantastico!
    In bocca al lupo per il contest!
    Ti ringrazio ancora!!! Complimenti tesorino!
    Un bacio
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io mi commuovo sempre quando leggo i tuoi commenti...mi fai venire sempre un sorriso enorme :)!!!
      Grazie Paoletta :)! <3!
      E crepi il lupo per il contest!!!
      Sono io a ringraziarti...davvero!!!
      Un abbraccio forte forte!

      Elimina
  9. Semplicemente delizioso, non ci sono altre parole..... Semplice, veloce e assolutamente fantastico:sei un genietto! Bacioni-oni ^-^ (Elisa mi ha già chiesto quando glielo preparo.....)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!!! Bravissima Elisa!!! Vedrai che vi piacerà! E poi se avanza, basta lasciarlo in freezer per alcuni giorni e quando decidi di mangiarlo, lo tiri fuori dal freezer mezz'oretta prima ed è perfetto!!!
      Vi mando tantissimi bacini! Se provi a farlo fammi sapere se vi è piaciuto :)!

      Elimina
  10. Mammamia ma che bontà questo semifreddo, e che bello! :D Ma lo sai che prima di fare un dolce (decorato) faccio anche io un disegnino? Certo non bello come il tuo! :D Comunque sei troppo brava, davvero un semifreddo con in fiocchi! Un abbraccio :* :*

    RispondiElimina
  11. Ma grazie Vale!!! Ma dai?!...che bello! E' inutile le "cuochette" sono artiste dentro! E sono certa che anche i tuoi disegni siano bellissimi!!!
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina